Avviso esplorativo per la riduzione di imposte comunali per i disabili residenti nel comune di Città Sant’Angelo

Avviso esplorativo per la riduzione imposte comunali in favore di disabili riconosciuti ai sensi della legge 104/92 – articolo 3, comma 3 – disabili in situazione di gravità, in condizione di disagio economico, residenti nel comune di Città Sant’Angelo

I cittadini riconosciuti ai sensi della legge 104/92 – articolo 3, comma 3 – disabili in situazione di gravità, in condizione di disagio economico, residenti nel comune di Città Sant’Angelo possono inviare apposita nota informativa all’ente, al fine di consentire all’amministrazione comunale di effettuare apposito studio di fattibilità sulla eventuale riduzione delle imposte comunali a valere sul prossimo bilancio dell’ente.

La modulistica per rispondere all’avviso esplorativo è disponibile qui sotto, nonché presso l’ufficio relazioni con il pubblico e lo sportello di segretariato sociale dell’ente è possibile presentare le note informative entro il 30.12.2019.

L’Amministrazione Comunale

👉 Avviso esplorativo riduzione imposte comunali 2020

Visita Istituzionale Ambasciatore della Repubblica dell’Uzbekistan in Italia

Visita Istituzionale Ambasciatore della Repubblica dell’Uzbekistan in Italia

S.E. Otabek Akbarov
Sabato 28 settembre 2019, Città Sant’Angelo

– 10:30 arrivo dell’Ambasciatore presso largo Baiocchi, piccolo tour del Centro Storico

– 11:30 Saluti Istituzionali e firma del Patto di Amicizia presso la Sala Consiliare

Promosso dall’Associazione Culturale “Viva la solidarietà”

Tema evento:
Abruzzo ed Uzbekistan:
percorsi comuni tra tradizione e innovazione.

Un grande generale e pensatore cinese “Lao Tsu” affermava:
“Un lungo viaggio di mille miglia comincia con un solo passo”.

Due “territori decentrati come l’Abruzzo e la Repubblica dell’Uzbekistan risultano accomunate da una forte identità’ locale a da grande affinità culturale.
L’Abruzzo forte del suo modello di economia diffusa e di decentramento produttivo e con la presenza di imprese multinazionali, ha sempre piu’ bisogno di far parte integrante della cooperazione internazionale; per affrontare questa sfida, l’Abruzzo ha necessita’ di rinnovare le proprie strategie e dotarsi di nuovi strumenti operativi.

L’Uzbekistan, nazione in fase di transizione da economia pianificata ad economia orientata al mercato internazionale, si caratterizza oggi per le profonde riforme del sistema economico che prevedono anche la costituzione di partnership strategiche Europee.

In particolare l’Uzbekistan si candida a diventare una piattaforma produttiva, base operativa e “gate” verso il mercato dell’area Euroasiatica.

L’evento sara’ un format di confronto e avra’ l’obiettivo di indicare in modo sommario e generale le opportunità’ di sviluppo sinergico in ambito culturale,turistico Religioso e commerciale derivanti da una collaborazione istituzionale tra l’Ambasciata della Repubblica dell’Uzbekistan in Italia e l’Amministrazione Comunale di Citta’ Sant’Angelo.

Citta’ Sant’Angelo a tutti gli effetti, si candida a luogo di mediazione e di scambio culturale, turistico, commerciale con l’Uzbekistan, attraverso un processo di confronto con il territorio abruzzese e il Governo Regionale.

Citta’Sant’Angelo e l’Uzbekistan sono uniti da una storia agraria: la coltura del baco da seta. L’Uzbekistan e’ il secondo produttore mondiale, dopo la Cina, di seta grezza; Citta’ Sant’Angelo possiede un suo passato storico produttivo e ancora oggi sono presenti nel territorio antiche bigattiere e moltissime piante di gelso.

In tema prettamente turistico. Citta’ Sant’Angelo offrirà la sua mediazione per promuovere uno scambio di culture storiche e cioè tra il suo borgo, classificato da Forbes tra le prime dieci città al mondo dove si vive meglio e il bacino archeologico di Samarcanda occasione di interscambio di flussi turistici. In questa direzione sara’ possibile sviluppare una preanalisi “tecnico-commerciale” per l’istituzione di un volo aereo estivo tra Pescara e la capitale uzbeka Tashkent.

In conclusione, la nostra missione, sara’ quella di estendere il piano della conoscenza e collaborazione fra i due paesi che possono valorizzare oggi la loro amicizia dando vita a buone pratiche e concrete iniziative.

 

Vino dell’Angelo, 1° concorso enologico di vini artigianali

Vino dell’Angelo, 1° concorso enologico di vini artigianali

L’Amministrazione Comunale indice e organizza, nell’ambito della manifestazione “XXXVI Sagra Uva 2019”,  il °1 Concorso Enologico Di Vini Artigianali.

Tutti i cittadini e le aziende del territorio angolano che intendono partecipare possono far recapitare il/i campione/i di vino in bottiglia di vetro tappate con tappo corona o tappo in sughero, anche sintetico.

Le categorie dei vini in concorso sono: Bianchi, Rosati e Rossi, i cui campioni dovranno essere fatti recapitare presso l’Ufficio URP della Sede Comunale (tel. 085.9696266) entro e non oltre le ore 17:30 del 12 settembre 2019.

Una Commissione esaminatrice all’uopo costituita decreterà vincitori per ogni categoria i primi 3 vini classificati, ai quali sarà consegnata una pergamena ricordo.  

La Fondazione Italiana Sommelier Abruzzo, infine, consegnerà il Premio della Giuria.

Dalla Sede Comunale, lì 3 settembre 2019 

 

IL SINDACO

(Matteo Perazzetti)

Nuovo Regolamento Comunale per il servizio di volontariato “Nonno Vigile”

Nuovo Regolamento Comunale per la disciplina del servizio di volontariato denominato “Nonno Vigile”

Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 55 del 30//07/2019

Scarica qui il Modulo di domanda per diventare Nonno Vigile (da consegnare alla Polizia Municipale)

 

PREMESSA
In esecuzione della deliberazione di Consiglio Comunale n. 75 del 30/11/2009, il Comune di Città Sant’Angelo (PE) ha istituito il servizio volontario denominato “Nonno Vigile”.
Con il presente nuovo regolamento ci si propone di riorganizzare il servizio affinché i cittadini coinvolti collaborino con il Comune di Città Sant’Angelo, con le istituzioni scolastiche, e con le associazioni del territorio.

ART. 1
OGGETTO DEL SERVIZIO
Il servizio coinvolge i cittadini di entrambi i sessi che vogliano prestare la propria opera nel presidiare e sorvegliare principalmente le zone in prossimità di edifici scolastici e più in generale quelle frequentate da minori.

ART. 2
NATURA GIURIDICA DEL SERVIZIO
Il servizio “Nonno Vigile” è costituito da un’attività prestata a esclusivo titolo di volontariato, senza vincolo di subordinazione gerarchica e senza costituzione di un rapporto di lavoro di pubblico impiego.

ART. 3
OBIETTIVI DEL SERVIZIO
Gli obiettivi principali del servizio “Nonno Vigile” sono:
• VALORIZZARE il tempo, le competenze e le conoscenze di tutti coloro che sono usciti dal mercato del lavoro (pensionati);
• ASSISTERE i bambini al momento dell’ingresso e dell’uscita dalla scuola;
• COLLABORARE con la Polizia Locale nella vigilanza dei plessi Scolastici e dei luoghi frequentati dai minori, liberando le risorse della Polizia Locale per azioni di tipo più specifico di controllo del territorio;
• COLLABORARE con l’Amministrazione Comunale in occasione di manifestazioni a carattere sportivo, culturale e similari.

ART. 4
DESTINATARI
Il servizio è indirizzato a tutti i cittadini valutati idonei dal punto di vista psico/fisico e attitudinale, che siano usciti dal mercato del lavoro (pensionati) e che intendano partecipare ad attività di utilità sociale e sentirsi parte attiva delle stesse.

ART. 5
REQUISITI
Gli aspiranti dovranno possedere i seguenti requisiti:
• essere pensionato,
• non svolgere alcuna prestazione di attività lavorativa subordinata o autonoma,
• avere una età non superiore ai 75 anni. Al compimento del 75° anno il volontario termina il servizio tranne che nei casi di cui all’art. 10;
• essere residente nel Comune di Città Sant’Angelo (PE);
• non aver riportato condanne penali e non avere procedimenti penali in corso;
• essere in possesso della patente di guida per autoveicoli in corso di validità (accludendo copia),
• essere in possesso della idoneità psicofisica all’effettuazione dei compiti indicati nel presente regolamento, comprovata da certificato medico (accludendo copia) rilasciato dal medico di base nei 15 giorni precedenti alla scadenza del bando;

ART. 6
MODALITÀ DI ATTIVAZIONE DEL SERVIZIO
Dopo l’approvazione da parte del Consiglio Comunale del presente nuovo regolamento, il servizio sarà articolato come segue:
1. pubblicazione del Bando;
2. presentazione di istanza al Corpo Polizia Locale su apposita modulistica;
3. valutazione dei requisiti psico-fisici e documentali;
4. colloquio attitudinale per la valutazione della motivazione e delle competenze;
5. corso di formazione a cura di personale dell’Ente;
6. nomina del Sindaco;
7. inizio del servizio attivo da parte del volontario;

ART. 7
FORMAZIONE E SELEZIONE
Il Comando Polizia Locale dell’Ente inviterà gli aspiranti volontari a colloqui individuali con il Responsabile del servizio o suo delegato per valutarne le attitudini e conoscerne le esigenze.
Successivamente, il funzionario Responsabile della Polizia Locale organizzerà un corso di formazione per definire ruoli e compiti del “nonno vigile”.
Le modalità organizzative del corso saranno stabilite dal referente della Polizia locale.
Il corso dovrà essere articolato in una parte teorica e in una pratica consistente nell’affiancamento ad un operatore della Polizia Locale durante il servizio alle scuole.
Al termine del corso, il funzionario Responsabile della Polizia locale effettuerà la selezione tra i candidati che abbiano presentato domanda e che abbiano i requisiti di accesso di cui all’articolo 5.
Costituiranno requisiti preferenziali per la valutazione e la formazione della graduatoria dei candidati
i seguenti titoli:
a. l’aver svolto la propria attività lavorativa presso Corpi e/o Servizi di Polizia Locale;
b. l’aver svolto la propria attività lavorativa presso le Forze dell’Ordine;
c. l’appartenere in qualità di componente attivo ad associazioni combattentistiche e/o d’arma;
d. l’essere iscritto attivo ad associazioni di volontariato.

ART. 8
MODALITÀ E LUOGHI DI ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO
Il servizio verrà espletato sotto le direttive, il coordinamento ed il controllo del Comando della Polizia Locale, alle cui direttive i volontari dovranno adeguarsi.
Alla Polizia Locale spetta altresì l’adozione degli opportuni provvedimenti su quanto segnalato dai volontari.
Gli stessi, in caso di impedimento per malattia o altra causa daranno tempestiva informazione alla
Polizia Locale che si attiverà per la sostituzione.

ART. 9
COMPITI E COMPORTAMENTO
Il rapporto tra i volontari, i minori ed i loro accompagnatori ed i cittadini dovrà essere improntato all’educazione, al rispetto e alla tolleranza.
Ai volontari è richiesta affidabilità e puntualità.
Durante il servizio dovranno essere indossati elementi di riconoscimento in conformità a quanto disposto dal Responsabile la Polizia Locale e dall’art.13 del presente regolamento.
Il servizio di sorveglianza presso le scuole consisterà nelle seguenti attività:
• Stazionare davanti alla scuola assegnata durante gli orari di entrata e di uscita.
• Dare ausilio ai bambini che attraversano la strada dopo aver accertato che i veicoli si siano arrestati, senza procedere ad alcuna intimazione nei confronti dei conducenti dei veicoli.
• Invitare i minori e gli adulti ad utilizzare l’attraversamento pedonale,
• Segnalare alla Polizia Locale eventuali anomalie, problemi e necessità accertate durante il servizio, senza procedere a contatti verbali con eventuali trasgressori.
• Collaborare senza interferire o sostituirsi all’agente di Polizia Locale eventualmente presente nei pressi della scuola.
Il servizio di collaborazione in altre occasioni è soggetto in via di principio agli stessi obblighi, comportamenti e compiti di cui al servizio di sorveglianza dei plessi scolastici.

ART. 10
DURATA DELL’INCARICO
Gli incarichi assegnati ai volontari, previa pubblicazione di apposito bando pubblico, si ritengono rinnovati fino alla scadenza indicata nel bando e cessano per i seguenti motivi:
• dimissioni scritte da parte del volontario;
• revoca dell’incarico da parte dell’ufficio referente del progetto per inosservanza di quanto disposto dal presente Regolamento;
• raggiunti limiti di età. In casi eccezionali e con rinnovo annuale subordinata all’emissione della certificazione medica di idoneità di cui all’art.5, il volontario che abbia compiuto il 75° anno di età può essere prorogato.

ART. 11
COPERTURA ASSICURATIVA
Il Comune stipulerà per volontari che parteciperanno al servizio apposita polizza assicurativa per la copertura dei rischi RCT e per infortuni.

ART. 12
RIMBORSI
Il servizio è di utilità sociale ed è effettuato a titolo gratuito da volontari non retribuiti. Possono essere riconosciuti in via eventuale e con delibera della Giunta Comunale:
• rimborso di carattere simbolico;
• agevolazioni a servizi specifici erogati dall’ente per i cittadini appartenenti alla fascia di età di cui al presente regolamento;

ART. 13
DO TAZIONE DI SERVIZIO
Ogni volontario dovrà utilizzare per il servizio una dotazione di base individuata con atto congiunto del Responsabile della Polizia Locale e del Responsabile della Sicurezza dei Lavoratori.

ART. 14
COORDINA TORE DEL SERVIZIO
Il coordinatore del servizio è individuato nel Funzionario Responsabile del Servizio di Polizia Locale, fra gli appartenenti al corpo di Polizia Locale.
Il coordinatore avrà la funzione di vigilare sull’andamento del servizio, organizzando il calendario del servizio e dei turni di rotazione dei volontari, provvedendo alla sostituzione dei volontari effettivi in caso di assenza o impedimento con volontari di riserva.
Ciascun volontario dovrà riferire al coordinatore eventuali problemi, violazioni ed irregolarità riscontrate durante il servizio.

 

Scarica qui il Modulo di domanda per diventare Nonno Vigile

L’Amministrazione Comunale premia gli studenti dello “Spaventa”

Il Comune premia i diplomati più bravi. Giovedì 1° agosto 2019 in municipio sono state consegnate dall’amministrazione le targhe ai tre ragazzi del liceo omnicomprensivo Bertrando Spaventa che, agli esami di maturità dell’ultimo anno scolastico, si sono distinti con la lode.
A ricevere il riconoscimento sono stati gli studenti Alice Cilli, Maurizio Persichini e Noemi La Vista. I tre sono stati premiati dal sindaco Matteo Perazzetti, dal consigliere con delega alle Politiche giovanili Francesco Polinesi e dalla vicesindaco Lucia Travaglini. La cerimonia si è svolta nella sala consiliare del municipio, e vi hanno preso parte la dirigente scolastica Danila De Angelis, gli insegnanti del liceo Spaventa e una nutrita rappresentanza di studenti dell’istituto. A promuovere la prima edizione di questo riconoscimento è stato Polinesi, «per dare il giusto risalto a chi si è distinto negli studi nel liceo angolano che è tra i più antichi d’Italia». E l’amministrazione ha intenzione di istituzionalizzare il riconoscimento: «Vogliamo renderlo un appuntamento annuale dedicato ai migliori allievi dello Spaventa», sottolinea il sindaco, «magari organizzando una manifestazione più strutturata». Non è da escludere che in futuro possano essere istituite borse di studio. Dopo la cerimonia per la consegna delle targhe, sempre in municipio sono stati consegnati anche gli attestati per la partecipazione ai 21 studenti coinvolti nel progetto “Cinema screenshot”, un laboratorio di cinema realizzato in collaborazione tra Comune e liceo omnicomprenviso.

Accademia di Belle Arti dell’Aquila e Comune di Città Sant’Angelo insieme per nuove opportunità formative

L’Aquila 10 aprile 2019 – L’Accademia di Belle Arti dell’Aquila e il Comune di Città Sant’Angelo insieme per ampliare l’offerta formativa e didattica nel settore dell’alta formazione artistica in Abruzzo. Approderà domani nel previsto consiglio comunale del Comune Angolano l’approvazione della convenzione per l’utilizzo da parte dell’istituto aquilano di alcuni spazi del Monastero di Santa Chiara ex Manifattura Tabacchi. L’obiettivo dell’Accademia sarà quello di ottimizzare lo sviluppo delle proprie funzioni di ricerca, sperimentazione e produzione artistica attraverso lo svolgimento di attività formative in ambito artistico presso altre sedi.

“L’Accademia dei Belle Arti dell’Aquila – spiega il direttore  ABAQ Marco Brandizzi – da anni realizza eventi che coinvolgono il territorio non solo aquilano ma anche della provincia di Pescara, basti pensare al grande restauro di affreschi che stiamo realizzando a Spoltore, alla mostra “Eremi Arte” e alla realizzazione del progetto di illuminazione del museo Cascella. Per questo siamo lieti e ringrazio il Sindaco di Città Sant’Angelo Gabriele Florindi per l’opportunità con questa convenzione per la gestione degli spazi “Ex manifatture Tabacchi” dove sicuramente saranno organizzati degli eventi e dove si sta verificando la possibilità di fare anche attività formativa. Attività formativa che sarà valutata dal prossimo Consiglio Accademico”.

Consigli utili per vivere in sicurezza dentro e fuori casa

Consigli utili dalla Legione Carabinieri “Abruzzo e Molise” Comando Provinciale di Pescara.

Le Forze dell’Ordine profondono ogni sforzo per la tutela della collettività e garantire la sicurezza. Ma non vi può essere il presidio di un carabiniere o di un poliziotto presso ogni abitazione o bene. Un aiuto può e deve giungere anche dalla cittadinanza che, con pochi accorgimenti, può contribuire a rendere più sicuro il territorio in sinergia e collaborando con le Forze dell’Ordine. Anche tu puoi fare qualcosa!

Ascolta e leggi attentamente i consigli che ti vengono dati e cerca di fare attenzione a ciò che ti accade attorno. Ma non vivere nella paura!

Scarica il manuale

Empowerment: percorsi di crescita professionale per i dipendenti della Cooperativa Verdeaqua Nuovi Orizzonti

Sabato, 28 aprile 2018, dalle ore 09,30 alle ore 12,30, nella sala consiliare del Comune di Città S. Angelo, Piazza IV Novembre n. 1, si terrà l’evento conclusivo della Cooperativa Verdeaqua Nuovi Orizzonti sul progetto “Empowerment: percorsi di crescita professionale per i dipendenti della Cooperativa Verdeaqua Nuovi Orizzonti”. Interverranno il Sindaco del Comune di Città S. Angelo Gabriele Florindi, il Gruppo Consorform con Alessandra Partenza, la Foncoop che ha finanziato il Piano Formativo con Lorenza Piarulli, la progettista Paola Di Fulvio, l’assistente sociale Brunella Di Risio, per la Coop. Verdeaqua Nuovi Orizzonti la vice presidente Annalisa Manella, il membro del CDA Elisa Di Filippo, le operatrici che hanno partecipato ai corsi di formazione e tutti i partner coinvolti.

Il progetto – realizzato dalla Cooperativa Verdeaqua Nuovi Orizzonti, iscritta al Fondo Foncoop dal 2006, ha visto coinvolti partner che a vario titolo operano con e per i giovani, anziani e disabili, quali Comune di Città S. Angelo, Comunità Montana Montagna di L’AquiIa, Comunità Montana Gran Sasso, Comune di L’Aquila, Università di L’Aquila, le Organizzazioni Sindacali CGIL CISL e UIL.

Obiettivo principale delI’iniziativa è stato la riqualificazione del personale impiegato nei sevizi socio-assistenziali-educativi del territorio, al fine di evitare fenomeni di obsolescenza professionale che possano determinare l’esclusione dal mondo del lavoro e per assicurare l’occupazione dei dipendenti nel futuro anche in servizi differenti.

Tale intervento ha previsto la realizzazione di due corsi di QuaIificazione/Aggiornamento, riconosciuti dalla Regione Abruzzo per:
– assistente familiare della durata di 400 ore;
– assistente educativo della durata di 600 ore.

Grazie al progetto la Cooperativa ha potuto costruire e consolidare la rete partenariale attraverso il coinvolgimento di rappresentanti del pubblico, privato e sindacale al fine di creare un modello di dialogo e di intervento che migliori i servizi socio-assistenziali.
L’evento finale avrà come obiettivi:
– riflettere sull’esperienza con esperti del settore;
– confrontarsi con i fruitori del servizi;
– approfondire l’esperienza delle partecipanti attraverso l’anaIisi dei project work.

L’Italiano lingua di lavoro nell’Unione europea

Raccolta firme sostenuta dal Comune e dall’Istituto Omnicomprensivo di Città Sant’Angelo per l’appello “l’Italiano lingua di lavoro nell’Unione europea.” promosso dall’Associazione Era Onlus

Il link per sottoscrivere: https://buonacausa.org/cause/italiano-lingua-di-lavoro-europea

È importante sottoscrivere subito e numerosi per dare dignità alla nostra lingua e alla nostra cultura in Europa.

· l’Europa, di fatto, ci priva da decenni del diritto di accedere nella nostra lingua (una lingua dal prestigio ultra secolare) a comunicati e documenti ufficiali;

· l’Ufficio Europeo di Selezione del Personale (EPSO) bandisce concorsi in cui “La seconda lingua deve essere l’inglese, il francese o il tedesco”;

· la Commissione europea svolge le sue consultazioni dei popoli europei sempre e quasi esclusivamente in inglese. A partire dalla decisione referendaria della Gran Bretagna di uscire dall’Ue, ha svolto 102 consultazioni dei popoli europei: https://goo.gl/CsRZkg, di esse solo 22 sono nelle 24 lingue comunitarie (quindi anche in italiano), 40 in francese e tedesco e 79 in inglese, pertanto solo il 24,48 %, meno di un quarto delle consultazioni pubbliche europee sono nella nostra lingua.