Emergenza Covid-19: misure urgenti di contenimento del contagio sull’intero territorio comunale. Ordinanza N. 17 del 21/03/2020

Emergenza Covid-19. Ordinanza contingibile e urgente circa ulteriori misure urgenti di contenimento del contagio sull’intero territorio comunale.

Ordinanza N. 17 del 21/03/2020 con decorrenza dal giorno 21 marzo e fino al 3 aprile 2020:

1. Non è consentito svolgere attività ludica o ricreativa all’aperto; resta consentito svolgere individualmente attività motoria entro i 100 (cento) metri dalla propria abitazione, purché comunque nel rispetto della distanza di almeno un metro da ogni altra persona.

2. È possibile attendere alle esigenze primarie degli animali d’affezione per il tempo strettamente necessario e comunque in aree contigue alla propria residenza, domicilio o dimora ovvero nel raggio di 400 metri, al di fuori di tali casi tutti i comportamenti non conformi sono vietati.

3. È fatto espressamente divieto negli spazi condominiali, all’aperto o al chiuso, di raggrupparsi e di svolgere le attività motorie e sportive di qualsiasi genere.

4. È fatto divieto di accesso a tutti i parchi o giardini pubblici.

5. In tutto il territorio comunale è vietato circolare a piedi o con velocipedi salvo i casi di spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, di salute o situazioni di necessità nelle quali rientrano l’approvvigionamento alimentare e quello relativo ad altri beni di primaria necessità presso gli esercizi commerciali di qualunque tipologia.

6. Nei giorni festivi e prefestivi, nonché in quegli altri che immediatamente precedono o seguono tali giorni, è vietato ogni spostamento verso abitazioni diverse da quella principale comprese le seconde case utilizzate per vacanza.

7. I titolari e/o gestori delle attività commerciali di qualunque tipologia, che possono continuare ad esercitare ai sensi dei DPCM richiamati, al fine di evitare assembramenti di persone, devono obbligatoriamente organizzare l’accesso ai predetti luoghi con modalità contingentate. all’interno dei locali aperti al pubblico deve essere rispettata la distanza di almeno un metro tra gli avventori. il personale impiegato nelle attività a contatto con il pubblico deve essere protetto con appositi DPI.

8. L’approvvigionamento alimentare e quello relativo ad altri beni di primaria necessità presso gli esercizi commerciali ed esercizi di vendita di qualunque tipologia è consentito ad una sola persona per nucleo familiare.

9. La cittadinanza è sempre tenuta a rispettare il principio secondo il quale negli spostamenti deve essere percorso il tragitto più breve per raggiungere il luogo di destinazione.

Si informa che la Polizia Locale e tutte le altre Forze di Polizia sono incaricate della vigilanza ed esecuzione del presente provvedimento.

⚠️ L’inottemperanza alla presente ordinanza costituisce reato punito ai sensi dell’art. 650 del codice penale, salvo che il fatto costituisca più grave reato.

 

👉 L’ordinanza completa AttoPubblicato_2020_12_17

 

AVVISO PUBBLICO PER INDAGINE DI MERCATO AI FINI DELL’INDIVIDUAZIONE E SELEZIONE DEGLI OPERATORI ECONOMICI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L’AFFIDAMENTO DEI SERVIZI ASSICURATIVI AI SENSI DELL’ART.36, CO.2, LETT.B) DEL D.LGS. 50/2016 e SS.MM.II.

Con il presente avviso il COMUNE DI CITTA’ SANT’ANGELO (PE) intende effettuare un’indagine di mercato per l’individuazione degli operatori economici da invitare a procedura negoziata per l’affidamento dei servizi assicurativi dell’Ente, ai sensi dell’articolo 36, comma 2, lett. B), del D.Lgs.50/2016 ss.mm.ii.
RENDE NOTO CHE
Il presente avviso è finalizzato esclusivamente a ricevere manifestazioni d’interesse per favorire la partecipazione e la consultazione di operatori economici, in modo non vincolante per l’Ente, che si riserva la possibilità di sospendere, modificare o annullare, in tutto o in parte, il procedimento avviato e di non dar seguito all’indizione della successiva gara informale per l’affidamento dei servizi di cui trattasi, senza che i soggetti richiedenti possano vantare alcuna pretesa.
Si precisa che la pubblicazione del presente avviso per la manifestazione di interesse è atto di per sé propedeutico alla gara ma non costituisce alcun obbligo all’espletamento della gara stessa.
Pertanto, il presente avviso non precostituisce alcun diritto o obbligo in capo alle imprese che intenderanno parteciparvi, se non quello di poter essere invitate alla successiva procedura negoziata secondo le norme del D.Lgs 50/2016.
Con il presente avviso non è pertanto indetta alcuna procedura concorsuale.

avviso_dom

DIRETTIVA IN MATERIA DI EMERGENZA SANITARIA – COVID 2019

 

IL SEGRETARIO GENERALE

 

 DIRETTIVA IN MATERIA DI EMERGENZA SANITARIA COVID-2019

Visti:

  • Il decreto legge n. 6 del 23.02.2020 avente ad oggetto:
    Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19”;
  • la direttiva della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 20.02.2020 n. 1/2020 avente ad oggetto: prime indicazioni in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-2019 nelle pubbliche amministrazioni al di fuori delle aree di cui all’articolo 1 del decreto-legge n.6 del 2020;
  • l’ordinanza del Presidente della Giunta Regionale n. 1 del 26.02.2020 avente ad oggetto: Ulteriori misure per la prevenzione, e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID2019. Ordinanza ai sensi dell’art. 32, comma 3, della legge 23 dicembre 1978, n. 833 in materia di igiene e sanità pubblica;
  • l’art. 40, comma 5 e 6 dello Statuto Comunale in ordine alla competenza del Segretario Comunale circa l’emissione di direttive al fine di assicurare unitarietà all’azione amministrativa nei vari settori di attività e di atti con rilevanza esterna di natura intersettoriale;

Ritenuto di dover provvedere nel merito adottando una apposita direttiva al fine di garantire un corretto funzionamento degli uffici in ordine alla problematica di emergenza sanitaria COVID-2019;

Sentito il Sindaco in ordine alla problematica “de qua”;

Tutto ciò premesso, emana la seguente

DIRETTIVA

Tutto il personale dipendente dovrà scrupolosamente attenersi a quanto previsto dalle richiamate direttiva  della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 20.02.2020 n. 1/2020 avente ad oggetto: prime indicazioni in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-2019 nelle pubbliche amministrazioni al di fuori delle aree di cui all’articolo 1 del decreto-legge n.6 del 2020 e dall’Ordinanza del Presidente della Giunta Regionale n. 1 del 26.02.2020 avente ad oggetto: Ulteriori misure per la prevenzione, e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID2019. Ordinanza ai sensi dell’art. 32, comma 3, della legge 23 dicembre 1978, n. 833 in materia di igiene e sanità pubblica.

In particolare i Responsabili di Settore, attraverso il personale di appartenenza, continueranno ad assicurare la normale apertura degli uffici pubblici e il regolare svolgimento di tutte le proprie attività istituzionali.

Si richiama l’attenzione di tutti i dipendenti sulla scrupolosa osservanza di quanto previsto:

  • all’art. 4 della Direttiva n. 1/2020 della Presidenza del Consiglio dei Ministri ovvero “Fermo restando quanto previsto in attuazione del decreto-legge n.6 del 2020 e nei successIvi provvedimenti attuativi, i dipendenti pubblici e coloro che, a diverso titolo, operano presso l’amministrazione, qualora provengano da una delle aree di cui all’articolo1 , comma1, del citato decreto-legge o che abbiano avuto contatto con persone provenienti dalle medesime aree sono tenuti a comunicare tale circostanza all’amministrazione ai sensi dell’articolo 20, del decreto legislativo 9 aprile 2008, n.81, anche per la conseguente informativa all’Autorità sanitaria competente ai fini della salvaguardia della salute del luogo di lavoro”;
  • ai punti n. 7 e 8 dell’Ordinanza del Presidente della Giunta Regionale n. 1 del 26.02.2020 e precisamente: “ chiunque abbia fatto ingresso in Italia negli ultimi quattordici giorni dopo aver soggiornato in zone a rischio epidemiologico, come identificate dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, ovvero nei Comuni italiani ove è stata dimostrata la trasmissione locale del virus (allegato 2, l’aggiornamento del quale potrà essere conosciuto attraverso il sito istituzionale del Ministero della salute e della Regione Abruzzo), deve comunicare tale circostanza al proprio medico di medicina generale (di seguito “MMG”) ovvero pediatra di libera scelta (di seguito “PLS”). In tutti gli altri casi la comunicazione deve essere fatta ai Servizi di Sanità Pubblica territorialmente competenti. La modalità di trasmissione dei dati raccolti ai Servizi di Sanità Pubblica sarà definita dalla Regione Abruzzo con apposito provvedimento, che dovrà indicare i riferimenti dei nominativi e i contatti dei medici di sanità pubblica; 8. in riferimento a quanto sopra, il soggetto interessato deve contattare i Servizi di Sanità Pubblica territorialmente competenti, comunicando le proprie generalità e recapiti: – al Numero dell’Emergenza 118, per l’ASL 1 – Avezzano-Sulmona L’Aquila; – al numero verde 800 860 146, per l’ASL 2 – Lanciano-Vasto-Chieti; – al Numero dell’Emergenza 118 o al numero 333 61 62 872, per l’ASL 3 – Pescara; – al numero verde 800 090 147, per l’ASL 4 – Teramo”.

Al responsabile del Settore I° Affari Generali, avuto riguardo ai concorsi in itinere, le cui prove preselettive sono già state calendarizzate per il 5 marzo p.v., di dare applicazione a quanto previsto dal comma 3° dell’art. 7 della  Direttiva n. 1/2020 della Presidenza del Consiglio dei Ministri (Le amministrazioni che hanno reso noto il calendario di prove concorsuali preselettive e scritte forniscono adeguata e sollecita informativa alle autorità di cui all’articolo 3, comma 2, del predetto decreto-legge, ai fini delle eventuali determinazioni di competenza, comunicando la sede, le date programmate per lo svolgimento delle prove, nonché il numero e la provenienza territoriale in termini di residenza e/o domicilio dei candidati) e, in ogni caso a prevedere “Nello svolgimento delle procedure concorsuali le amministrazioni adottano le opportune misure organizzative volte a ridurre i contatti ravvicinati tra i candidati, garantendo comunque la necessaria distanza di sicurezza, durante la fase dell’accesso e dell’uscita dalla sede, dell’identificazione e dello svolgimento delle prove.” (art. 7 comma 1° della Direttiva n. 1/2020 citata) e di garantire in tutte le fasi del concorso una adeguata distanza di sicurezza (trasmissione droplet).

Al Responsabile del Settore III° Tecnico, di provvedere con immediatezza alla fornitura di soluzioni disinfettanti per il lavaggio delle mani da mettere a disposizione degli addetti nonché di utenti e visitatori da allocare in tutti i locali aperti al pubblico presenti nella casa comunale.

La presente Direttiva dovrà essere notificata a tutti i dipendenti comunali.

In ordine alla pubblicità notizia dovranno essere:

  • affissi sugli ambienti aperti al pubblico della casa comunale i modelli di cui all’allegato 1 all’Ordinanza del Presidente della Giunta Regionale n. 1 del 26.02.2020;
  • pubblicati sul sito comunale la presente direttiva, la Direttiva n. 1/2020 della Presidenza del Consiglio dei Ministri, l’Ordinanza del Presidente della Giunta Regionale n. 1 del 26.02.2020 e tutti i relativi allegati.

Città Sant’Angelo  27.02.2020

IL SEGRETARIO GENERALE

F.TO DOTT. Gian Luigi ZANATTA

 

ALLEGATI:

1.direttiva Coronavirus – Segretario Generale del Comune di CSA in formato pdf

2.direttiva_coronavirus 1 2020 DPCM

3.ORDINANZA COVID-19 n. 1 del 26-2-2020 ABRUZZO

4.Allegato_1_coronavirus_abruzzo

5.Allegato n. 2 ORDINANZA

 

 

 

 

 

SOGGIORNO DI VACANZE E CURE TERMALI A SALSOMAGGIORE

SOGGIORNO DI VACANZE E CURE TERMALI A SALSOMAGGIORE

L’Amministrazione Comunale organizza un soggiorno di vacanze e cure termali  presso  l’Hotel BAISTROCCHI di Salsomaggiore,  nel  periodo dal 1° al 13 settembre 2020.

Possono partecipare i pensionati e gli invalidi che non possono svolgere attività lavorativa, autosufficienti psichicamente e fisicamente.

La quota di partecipazione riferita all’intero periodo, in trattamento di pensione completa con frigobar in camera, è pari a:

  • € 650,00 a persona, in camera doppia compresa tassa di soggiorno;
  • € 810,00 a persona, in camera singola compresa tassa di soggiorno.

Per questioni organizzative, visto l’importo complessivo si è pensato di rateizzarlo a partire dalla fine di febbraio per non gravare la spesa nell’ultimo periodo.

Le domande di partecipazione devono essere presentate unitamente alla ricevuta del versamento dell’importo di € 150,00 a persona (quale acconto), presso l’Ufficio Personale – Sig. DI BRIGIDA Fabrizio.

La restante quota dovrà essere versata mediante bollettino postale o a mezzo bonifico bancario (mensilmente o in un’unica rata) e comunque entro e non oltre il 30 giugno 2020.

Una fotocopia della carta d’identità, l’impegnativa del medico curante e il certificato medico comprovante l’autosufficienza fisica e psichica si dovrà consegnare entro il 30 giugno 2020.

 I posti sul pullman saranno assegnati in base all’ordine di pagamento della quota del saldo di partecipazione.

 N.B.: le somme riscosse non potranno essere restituite, in quanto verranno versate alla struttura come acconto e conferma del soggiorno. Solo in caso di gravi e giustificati motivi l’Amministrazione si farà garante a far recuperare parte della somma versata. Inoltre l’importo complessivo potrà subire lievi variazioni che verranno comunicate tempestivamente.

Ulteriori informazioni potranno essere richieste al recapito telefonico 085.9696.239.

Dalla Sede Municipale, lì 20 febbraio 2020

 

AVVISO ESPLORATIVO PER MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER L’AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI GESTIONE DEL PATRIMONIO DOCUMENTALE CARTACEO (ARCHIVIO DI DEPOSITO).

Si rende noto che l’Amministrazione comunale di Città Sant’Angelo – Settore Affari Generali – intende esperire una procedura di manifestazione di interesse finalizzata ad individuare, nel rispetto dei principi di economicità, imparzialità, trasparenza, libera concorrenza, pubblicità, operatori economici per l’affidamento del servizio di gestione del patrimonio documentale cartaceo (archivio di deposito) mediante l’espletamento di una procedura semplificata di cui all’art. 36, comma 2 del D.Lgs. 50/2016 per il tramite del MePA.

avviso

BANDO CONCORSO PUBBLICO, PER ESAMI, PER L’ASSUNZIONE DI N. 2 ISTRUTTORI TECNICI GEOMETRI, A TEMPO PARZIALE (50%) ED INDETERMINATO, CATEGORIA “C”

E’ indetto un concorso pubblico, per esami, per l’assunzione, a tempo parziale (18 ore settimanali) ed indeterminato, di n. 2 istruttori tecnici geometri, con riserva di uno dei due posti messi a concorso in favore dei militari di truppa delle forze armate congedati senza demerito, ex art. 1014, commi 3 e 4 del Decreto legislativo 66/2010. Al suddetto profilo professionale è attribuita la categoria giuridica C e la posizione economica C1 del vigente CCNL del Comparto Autonomie Locali. È garantita parità e pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso al posto messo a concorso nonché per il trattamento sul lavoro, ai sensi della vigente normativa in materia.

bando geometri